7 dicembre 2016

Trattamento casa già abitata

Problematiche legate alla ristrutturazione di un edificio

bonifica_casa_abitata_00Indipendentemente dal grado di porosità, qualsiasi muro a contatto con il suolo umido è soggetto al fenomeno dell’umidità ascendente: la conseguente presenza di Sali accumulati nei muri di vecchia costruzione, comporta il fenomeno osmotico di attrazione dell’acqua, alla quale si aggiunge la forza capillare dell’umidità ascensionale pura. Questo fenomeno risulta essere dannoso e  può aumentare se la muratura è stata a contatto con fonti di Sali a tendenza igroscopica, come il nitrato, il cloruro e solfati, cosa tipica nei luoghi utilizzati per il depositi di concime naturale. In fase di ristrutturazione di edifici al piano terra, che prevedono un drenaggio aerato al di sotto del pavimento, è necessario un trattamento nelle murature, interne ed esterne, con la creazione di una barriera che si opponga alla risalita capillare dell’umidità.

In fase di progetto di una ristrutturazione bisogna tenere ben presente che una muratura affonda nel terreno con fondazioni in mattoni pieni, come in questo caso, pur avendo usato tutti i migliori accorgimenti tecnici e materiali all’vanguardia, con la posa di igloo e con l’applicazione di intonaci aeranti, ci si può imbattere nel fenomeno della risalita capillare, infatti la muratura rimane a contatto con la fondazione interrata con una fonte inesauribile di umidità dei terreni dando alimentazione alla risalita capillare.

Quando veniamo chiamati in case  da pochi anni  ristrutturate,come in questo caso,  procediamo con il sopraluogo per la verifica del problema da affrontare. E’ difficile riuscire a spiegare come un lavoro da molti sconosciuto sia non solo l’unico a risolvere le problematiche, ma anche il meno invasivo in assoluto. Per questo può essere facilmente eseguito senza dover sostare l’utenza presente.  In questo caso il 90% è stato eseguito all’esterno della casa. Il post trattamento consiste nella rimozione totale degli  intonaci ammalorati saturi di Sali (salnitrio), con la conseguente scrostatura e ripristino degli intonaci stessi.

Il nostro metodo ha ottenuto successo negli anni rispettando l’ambiente e seguendo le evoluzioni elle tecniche nel tempo. Da molti anni la nostra azienda utilizza la nanotecnologia con resine totalmente ecologiche a dispersione acquosa e gelatinosa. Il procedimento di restauro di edifici prevede la bonificazione delle mura malsane.

La bonifica di un muro umido, si ottiene con delle iniezioni efficaci di miscele speciali, di tipo ultrafini che la nostra azienda usa da ormai quarantanni. Nel caso specifico abbiamo affrontato il problema della risalita capillare con doppia iniezione. La procedura prevede:
Iniezione di nano gel -crema migratoria- vengono integrate alla prima iniezione delle resine;

trrattamento_casa_gia_abitataUn’ ispezione termografica a raggi infrarossi per verificare la risalita capillare esterna e interna;
Ispezione termografica dei locali interni.
Questa tecnica di ispezione termografica a raggi infrarossi  è molto importante nel nostro campo: ci permette di tenere costantemente monitorata una muratura dopo l’intervento. Ogni singolo intervento  eseguito è fotografato e ispezionato con la termocamera, si ha così un monitoraggio constante dell’intervento e ci permette di conservare  una documentazione importante per comparare il buon risultato nel tempo.

Approfondimento:
Nelle condizioni attuali, i muri, dopo il nostro trattamento, asciugano c.ca un centimetro di spessore al mese: sarebbe quindi opportuno eseguire il trattamento in tempi brevi al fine di favorire l’abbassamento dell’ umidità accumulata nei muri per risalita capillare e il rilascio del carico salino “efflorescenze”.
“Il fenomeno della risalita capillare è causato dall’idrofilia dei conglomerati edilizi, i quali fungono da corpo spugnoso per l’umidità e l’acqua presente in prossimità. Attraverso un meccanismo termo-igrometrico l’acqua allo stato liquido presente, migra per capillarità nei pori delle sottomurazioni, trascinando con se tutto il carico salino disciolto e presente nel muro. Una volta raggiunto l’equilibrio dinamico tra forza di gravità e ascesa capillare, l’acqua, grazie alla superficie di contatto dei capillari, evapora nell’ambiente, lasciando all’interno e all’esterno del supporto il carico salino.Quest’ultimo si concentra nelle aree di massima evaporazione dando luogo alle formazioni cristalline chiamate efflorescenze.”

Normalmente un muro saturo di acqua, come in questo caso d’esempio, asciuga c.ca un centimetro di spessore al mese, a secondo della stagione, in alcuni casi si raggiunge un buon risultato nel giro di 18/20/mesi.

Voce di capitolato:
Descrizione dei materiali e dei lavori da fornire
Sbarramento alla risalita capillare: procedimento a doppia iniezione

consigli_esperto_02Miscele di resine ultrafini, nano tecnologia Edil Ma.P.Uno, e resine  di crema gelatinosa silossaniche, del tipo e quantità come di seguito indicati. Le quantità potranno variare in dipendenza del grado di assorbimento dei materiali costituenti la muratura, e dello spessore della stessa.
Perforazione di fori, diam. nominale mm. 14-16, eseguiti con interasse di 10-12 cm. lungo la parete da trattare, su un’unica fila alla base della muratura e profondità pari a 3/4 dello spessore della stessa fino a spessore 50/cm , mentre per spessori superiori il trattamento sarà eseguito da ambo i lati della muratura, al fine di realizzare lo sbarramento chimico continuo, contro la risalita capillare dell’umidità, come previsto.
Iniezioni delle miscele di resine, nei fori eseguiti.

  1. Prima iniezione di miscela di resine silossaniche-acriliche ultrafine.
  2. Seconda iniezione di resine silossaniche di crema gelatinosa “migratoria”.

Un nostro tecnico specializzato controllerà costantemente il grado di assorbimento del prodotto nella muratura, che sarà iniettato a mezzo di apposita pompa speciale a bassa pressione.

La quantità di resina da iniettare è in funzione sia del grado di umidità presente nelle murature, nonchè delle condizioni generali dell’edificio e della tipologia dei materiali costituenti la struttura muraria.

bonifica_casa_abitata_03

Eliminare umidità dalle pareti - Eliminare umidità dai muri - Interventi umidità muri - Prodotti antiumidità pareti interne - Rimedi umidità di risalita - Sistemi risolutivi umidità - Soluzione togliere umidità dai muri - Togliere l’umidità dal muro - Umidità risalita capillare - Preventivo trattamento umidità muri Novara - Preventivo trattamento umidità muri Varese - Preventivo impermeabilizzazione muro Novara - Preventivo impermeabilizzazione muro Varese
Webmaster Gragraphic | Sitemap